CronacaEsteri

Migranti, disposto il sequestro delle navi Eleonore e Mare Jonio

La Mare Jonio attracca "per motivi sanitari", Eleonore per "emergenza".

La guardia di finanza ha disposto il sequestro delle navi Eleonore e Mare Jonio. Alla nave della ong Mediterranea Saving Humans è stata anche consegnata una multa di 300 mila euro per avere violato il Decreto Sicurezza bis.

Eleonore, nave della ong Mission Lifeline, ha dichiarato lo stato di emergenza ed è entrata nel porto di Pozzallo: a bordo c’erano 100 migranti. «La situazione mi costringe a dirigermi verso lo scalo più vicino», ha spiegato il capitano, Claus Peter Reisch. Il capitano è stato costretto ad attraccare per le condizioni meteo e il sovraffollamento della nave.

Via libera anche allo sbarco a Lampedusa anche per le ultime 31 persone sulla Mare Jonio. «La nostra nave ha fatto ingresso in acque territoriali con l’autorizzazione delle competenti Autorità Marittime, avviando le pratiche per l’approdo nel porto di Lampedusa. Paradossalmente, nella stessa notte, al nostro comandante e al nostro armatore è stato notificato il sequestro amministrativo di Mare Jonio insieme a una multa di 300.000 euro per avere violato il Decreto Sicurezza bis», scrive la ong in un comunicato.

La Procura di Ragusa ha iscritto nel registro degli indagati il comandante e il capo missione della nave Eleonore dell’ong tedesca Mission Lifeline, entrata ieri nel porto di Pozzallo con 104 migranti, dopo avere dichiarato lo stato di emergenza, forzando il divieto imposto dalle autorità italiane. Per loro l’ipotesi di reato è di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’indagine è coordinata dal procuratore Fabio D’Anna e seguita dal pm Francesco Riccio.

Tags

Articoli correlati