CronacaMeteorologiaPrimo Piano

Meteo, la quarta ondata di caldo dell’estate è ormai finita: ma è già in agguato la quinta

Nei prossimi giorni tanto sole sull'Italia: soltanto qualche isolato temporale pomeridiano sui rilievi

Nell’ultima parte della settimana, da venerdì a domenica, l’alta pressione tornerà timidamente ad allungarsi sull’Italia, garantendo prevalenza di tempo stabile e soleggiato, ma senza causare un’impennata delle temperature: il caldo quindi rimarrà nel complesso normale per il periodo, senza eccessi. Ma attenzione: si tratta soltanto di una tregua momentanea. La quinta ondata di caldo si impossesserà delle nostre regioni, in particolare di quelle centro-meridionali, nel corso della prossima settimana. Nel dattaglio, venerdì al mattino splenderà il sole in tutta Italia. Nel pomeriggio moderato e temporaneo aumento della nuvolosità su Alpi e Appennino, comunque senza piogge; sempre tanto sole altrove. Temperature massime stazionarie o in leggero aumento, nel complesso comprese entro i valori medi stagionali. Nel weekend avremo altre giornate tranquille. Sabato tempo abbastanza soleggiato, anche se non mancherà il transito di nuvole passeggere in gran parte del Centro-Nord e lo sviluppo di qualche cumulo in montagna ma senza il rischio di precipitazioni. Temperature in lieve aumento ma complessivamente ancora contenute, con le massime del pomeriggio che non dovrebbero andare oltre i 32-33 gradi un po’ dappertutto. La ventilazione sarà scarsa, con ultimi rinforzi da nord soltanto nel Salento. Domenica prevarrà un cielo sereno o poco nuvoloso in gran parte d’Italia. Un po’ più di nuvole saranno possibili al mattino sulla Liguria centrale, in giornata all’estremo Nord-Ovest e lungo le Alpi, con la possibilità di qualche breve rovescio dal pomeriggio sui monti del Piemonte e della Val d’Aosta. Temperature in aumento, con il caldo che comincia a farsi sentire; massime, infatti, diffusamente sopra 31-32 gradi, con possibili punte intorno a 35 gradi in Sardegna, dove soffierà uno Scirocco da debole a localmente moderato. Si tratta dell’esordio di una nuova ondata di calore, la quinta dell’estate, che nei primi giorni della prossima settimana interesserà gran parte d’Italia, ma soprattutto le regioni centro-meridionali. A inizio settimana torna un po’ di instabilità lungo le Alpi.

Tags

Articoli correlati