CronacaPrimo PianoVideo

VIDEO – Mediterranea sotto accusa da Salvini: «non abbiamo rifiutato Malta»

«In queste condizioni è impossibile affrontare 15 ore di navigazione», spiega la portavoce della Ong

Nonostante ieri sembrasse tutto deciso per lo sbarco delle 54 persone salvate da Mediterranea, che avrebbero dovuto essere trasferite a Malta, l’odissea del veliero Alex non è ancora finita. Per il trasporto delle persone non sarebbe infatti stata messa a disposizione nessuna nave, né maltese né italiana, e Alex è dunque ancora ferma nel porto di Lampedusa con a bordo 41 migranti: ieri 13 persone sono state fatte sbarcare.
Secondo il Viminale quella di Mediterranea sarebbe una provocazione e un espediente per evitare i controlli, ma dalla barca della Ong italiana Alessandra Sciurba, portavoce di Mediterranea, spiega: «Non abbiamo rifiutato La Valletta come porto sicuro ma in queste condizioni è impossibile affrontare 15 ore di navigazione. Siamo in attesa di assetti navali italiane o maltesi che prendano a bordo queste persone».

Tags

Articoli correlati