Cronaca

Maturità: Pascoli, Segre e il covid tra le 7 tracce

ROMA, 22 GIU – Una poesia di Pascoli, “La via ferrata”, l’analisi di un testo di Gherardo Colombo e Liliana Segre intitolato “La sola colpa di essere nati” e una riflessione sul Covid in un testo di Luigi Ferrajoli. Sono alcune delle tracce proposte ai candidati per la prima prova dell’esame di maturità, quella di italiano. Tra le altre, una novella di Giovanni Verga “Nedda, Bozzetto siciliano” e un discorso pronunciato alla Camera da Giorgio Parisi, premio Nobel per la Fisica 2021. C’è anche la comprensione e l’analisi di un testo tratto da Oliver Sacks “Musicofilia”, in cui si chiede un ragionamento sul potere che la musica esercita sugli esseri umani. Infine, “Tienilo acceso: posta commenta condividi senza spegnere il cervello” è la traccia che riguarda l’iperconnessione partendo da una riflessione su un testo di Vera Cheno e Bruno Mastroianni. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati