Cronaca

MangiaSud, a Cosenza “non si servono vini e prodotti del nord”. Ecco perché

L'iniziativa è volta a promuovere le eccellenze locali per contrastare le autonomie settentrionli

MangiaSud, la nuova iniziativa che spopola sul web e non solo. A Cosenza, in Calabria, è guerra al Veneto e alle regioni settentrionali che spingono per le autonomie settentrionali. “In questo ristorante non serviamo vini e altri prodotti del nord”, si legge sul volantino. Tutti i bar e locali che aderiscono all’iniziativa, dunque, non serviranno Spritz, prosecchi e prodotti settentrionali ma solo prodotti e materie prime di origine meridionale.

“Perché lo facciamo? Perché le Regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna – spiegano i promotori dell’iniziativa – vogliono trattenere tutto il residuo fiscale. Quindi se consumi prodotti del nord, le tasse che versano le imprese del nord andranno a finanziare solo scuole, ospedali e strade del nord. E le nostre chi le finanzia?“. Gli organizzatori, però, ci tengono a precisare che non si tratta di un’iniziativa discriminatoria ma solo di un modo per promuovere le eccellenze locali. Francesco Vivone, uno dei principali promotori di MangiaSud, spiega: Qui lavoriamo e paghiamo le tasse come tutti, non ci stiamo a essere tacciati come mantenuti dai settentrionali”.

Tags

Articoli correlati