CronacaPrimo Piano

Lodi, bambini esclusi dalla mensa: è discriminazione

Le associazioni hanno vinto il ricorso contro il comune, che è stato condannato

Il Tribunale di Milano ha condannato il comune di Lodi per avere discriminato i bambini stranieri che chiedevano l’iscrizione al servizio di mensa nelle scuole.
Il comune di Lodi, guidato dalla sindaca Sara Casanova, della Lega, aveva modificato le norme che regolano l’accesso ai servizi di mensa e scuolabus obbligando i genitori nati fuori dall’Unione Europea a presentare una documentazione aggiuntiva che certificasse la loro situazione economica nei paesi di origine. I documenti richiesti dal comune erano molto difficili, o impossibili, da ottenere e per questo molti bambini stranieri sono stati esclusi dal servizio mensa e dallo scuolabus.

Il Tribunale di Milano ha accertato la “condotta discriminatoria del comune di Lodi” che ha escluso, di fatto, alcuni bambini stranieri dal servizio mensa delle scuole. Il comune è tenuto, ora, a “modificare il Regolamento per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate’ in modo da consentire ai cittadini non appartenenti all’Unione Europea di presentare la domanda di accesso” alle stesse condizioni degli italiani.

Tags

Articoli correlati