CronacaMeteorologiaPrimo Piano

L’Italia è alle prese con l’intensa quinta perturbazione di luglio: quanto durerà il maltempo?

Sul nostro Paese si avvicina sempre di più una nuova ondata di caldo intenso: il clima tornerà rovente

Non si arresta il maltempo sull’Italia. Ancora piogge, temporali e possibili nubifragi, poi una tregua, quindi una nuova, intensa ondata di caldo. L’intensa perturbazione  (la n.5 di luglio), che ha riportato il maltempo su molte zone del Centro-Nord, martedì si concentrerà sulle regioni meridionali, dove porterà molte nuvole e temporali diffusi, con il rischio anche di piogge intense, grandinate e forti raffiche di vento. I giorni successivi saranno caratterizzati dallo scorrere di umide correnti occidentali: il tempo sarà quindi caratterizzato da passaggi nuvolosi alternati a schiarite anche ampie, con la possibilità che un po’ di instabilità favorisca la formazione di improvvisi temporali pomeridiani soprattutto su Alpi e Appennino, più saltuariamente le pianure del Nord, in particolare nella giornata di giovedì. Vediamo questa tendenza nel dettaglio. Quella di mercoledì sarà una giornata tra sole e nuvole al Nord: tra pomeriggio e sera isolati rovesci e temporali su Alpi e Prealpi. In prevalenza sereno o poco nuvoloso sul resto d’Italia: solo sull’Appennino Calabro-Lucano è possibile qualche breve acquazzone pomeridiano. Temperature massime in sensibile rialzo al Sud, quasi invariate altrove: valori in generale vicini alle medie stagionali. Giovedì tendenza a passaggi nuvolosi più frequenti. Tuttavia la giornata al Centro-Sud risulterà nel complesso abbastanza soleggiata con pochi e brevi episodi di instabilità pomeridiana lungo l’Appennino. Annuvolamenti più significativi al Nord, specie di pomeriggio, quando l’instabilità atmosferica sarà responsabile dello sviluppo di temporali e acquazzoni non soltanto sulle aree alpine ma anche in pianura. Temperature senza grandi variazioni, al più in lieve calo nelle regioni settentrionali. In generale da Nord a Sud temperature pomeridiane per lo più comprese tra 27 e 32 gradi. Venti deboli, a prevalente regime di brezza lungo i litorali, mari ovunque poco mossi. Da venerdì è previsto il ritorno dell’alta pressione, le giornate risulteranno pienamente estive e prevalentemente soleggiate, da Nord a Sud. Soltanto nelle ore pomeridiane sarà possibile lo sviluppo di qualche temporale sulle aree alpine e, in forma isolata, anche lungo l’Appennino. Le temperature sono destinate ad aumentare di qualche grado nel fine settimana, portandosi leggermente al di sopra delle medie con nuovamente punte di 33-34 gradi in molte località.

 

Tags

Articoli correlati