CronacaPrimo Piano

Liberato Sergio Zanotti, rapito in Siria tre anni fa. Atterrato in Italia

A dare la notizia è stato il premier Conte. L'imprenditore bresciano sarà ascoltato dai magistrati di Roma

È libero Sergio Zanotti, l’uomo che tre anni fa venne rapito in Siria in circostanze ancora avvolte nel mistero. L’annuncio della sua liberazione è stato dato dal premier Giuseppe Conte, che attraverso una nota annuncia che “a conclusione di una complessa e delicata attività di intelligence, investigativa e diplomatica, condotta in maniera sinergica, siamo riusciti a ottenere la liberazione di Sergio Zanotti, rapito in Siria nell’aprile 2016. Il nostro connazionale appare in buone condizioni generali“.

Da quasi due mesi non si avevano più notizie di Zanotti, che in passato aveva registrato due video messaggi nei quali appariva inginocchiato con alle sue spalle uomini incappucciati e armati di mitra. L’imprenditore bresciano, nei filmati in questione, invocava l’aiuto dello governo per la sua liberazione.

L’aereo che ha riportato Zanotti in Italia è atterrato a Roma, all’aeroporto di Ciampino. L’uomo sarà interrogato dai magistrati della procura di Roma, che hanno aperto un fascicolo sulla vicenda per sequestro di persona con finalità di terrorismo.

Tags

Articoli correlati