CronacaPrimo Piano

Italia Viva, deputata indagata per falso: le accuse

Giusy Occhionero è coinvolta nell'inchiesta sul radicale Antonello Nicosia

I pm di Palermo hanno iscritto nel registro degli indagati Giusy Occhionero, deputata di Italia Viva, per falso in concorso. Occhionero avrebbe fatto passare Antonello Nicosia per suo assistente: l’uomo, poi arrestato per mafia, entrava nelle carceri grazie all’appoggio della parlamentare. Dalle indagini è emerso che progettava estorsioni e omicidi e che, proprio grazie a Occhionero, incontrava anche capimafia detenuti al 41bis.

Il rapporto di collaborazione tra i due sarebbe stato formalizzato solo successivamente. Alla parlamentare di Italia Viva, che all’epoca dei fatti era esponente di Leu, è stato notificato un avviso di garanzia. Nelle scorse settimane era stata sentita dal procuratore aggiunto di Palermo Paolo Guido e dai pm Gery Ferrara e Francesca Dessì nell’ambito dell’inchiesta che ha portato all’arresto di Nicosia, del boss di Sciacca Accursio Dimino e di due presunti favoreggiatori.

Tags

Articoli correlati