Cronaca

Israele, nuove elezioni il 17 settembre: le motivazioni

Lo ha deciso il Parlamento israeliano

Meno di due mesi dopo essere stato eletto, il Parlamento di Israele ha votato per la propria dissoluzione: è uno scenario inedito per il Paese. La Knesset ha votato la legge che scioglie l’assise uscita dal voto dello scorso nove aprile e ha indetto nuove elezioni per il 17 settembre. I voti a favore sono stati 74, 45 quelli contrari: il premier uscente Benjamin Netanyahu non è riuscito a formare una coalizione di governo con i partiti di destra e, piuttosto che vedere il presidente Reuven Rivlin dare il mandato a un altro deputato, ha preferito riportare Israele alle urne.
La possibile intesa con il leader nazionalista Avigdor Lieberman è naufragata sulla legge per la leva degli studenti ortodossi.

Tags

Articoli correlati