AmbienteCronacaPrimo Piano

Inquinamento alle stelle: Blocco del traffico anche a Milano

Stop al traffico e limitazioni per il riscaldamento domestico

Da domani, martedì 19 febbraio, scattano le misure antismog nelle province di Cremona, Lodi, Milano, Monza e Brianza, Pavia e Varese, tutti comuni con più di 30 mila abitanti, oltre a quelli aderenti su base volontaria. La decisione è stata presa da Regione Lombardia dopo il superamento dei valori di Pm10 per quattro giorni consecutivi. In programma blocco del traffico, limitazioni per il riscaldamento domestico e le attività agricole. Le condizioni meteo dei prossimi giorni continueranno, inoltre, a favorire l’accumulo di smog.

L’inquinamento è alle stelle: il PM10 è superiore ai limiti in quasi tutti i centri del Nord e, in alcuni casi, la concentrazione è più del doppio oltre il massimo previsto dalla norma. Le foto scattate ieri dai satelliti della Nasa immortalano un Nord Italia sommerso in una spaventosa nube di smog.
La situazione è critica nei più grandi centri di pianura: il PM10 è oltre i limiti (di 50 µg/m3) dal Piemonte al Veneto. A Torino (99 µg/m3) e Vercelli (88 µg/m3), a Milano (96 µg/m3) e Pavia (116 µg/m3), a Ferrara (108 µg/m3) e Reggio Emilia (87 µg/m3), a Padova (124µg/m3), Rovigo e Venezia (110µg/m3).

Scattano le misure antismog

Le misure temporanee riguardano il settore traffico (limitazioni per i veicoli fino a euro 4 diesel in ambito urbano, obbligo spegnimento motori in sosta), il settore riscaldamento domestico (limitazioni all’uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore alle 3 stelle, riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni) e agricolo (divieto di spandimento di liquami zootecnici, divieto assoluto di combustioni all’aperto).

Blocco del traffico a Milano e provincia

Il blocco del traffico è dettato dall’attivazione delle misure temporanee di primo livello stabilite del Protocollo Aria delle regioni del bacino Padano che prevedono: il divieto di circolazione per i veicoli privati diesel euro 4 in orario 8.30-18.30; i veicoli privati diesel euro 0, 1, 2 e 3 in orario 7.30-19.30 (sabato e festivi 8.30-18.30 per le auto private e 8.30-12.30 per i veicoli commerciali); i benzina Euro 0 in orario 7.30-19.30 e i veicoli commerciali diesel fino a Euro 3 compreso: da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle 19.30 e sabato e domenica dalle 8.30 alle 12.30.

Sono vietati inoltre falò, barbecue, fuochi d’artificio, sistemi di riscaldamento a legna e stufe di classe energetica inferiore alle 3 stelle. La temperatura all’interno delle abitazioni deve essere regolata sui 19 gradi.

Le misure resteranno attive fino a quando Arpa certificherà l’abbassamento dei valori del Pm10 per due giorni consecutivi sotto i 50 microgrammi.

Il blocco traffico, oltre che nella città di Milano, è attivo anche in diversi comuni della provincia che hanno firmato il protocollo di Arpa. Auto off limits dunque anche a Paderno Dugnano, Rozzano, Cernusco sul Naviglio, Cologno Monzese, Bollate, Cinisello, Corsico, Legnano, San Donato, Segrate, Sesto San Giovanni, San Giuliano Milanese, Abbiategrasso, Canegrate, Pero

 

Tags

Articoli correlati