CronacaPrimo Piano

Incidente di Jesolo, lo sfogo del padre della ragazza sopravvissuta: «voglio giustizia»

Il responsabile ha confessato: «avrei preferito morire io»

«Perdonare? Voglio solo che la giustizia faccia il suo corso»: a parlare è il papà di Giorgia, l’unica sopravvissuta nell’incidente di Jesolo in cui quattro ragazzi di 22 e 23 anni sono morti finendo con l’auto in un canale. Lo fa dal letto della figlia Giorgia, ancora ricoverata in osservazione all’ospedale di San Donà di Piave. «Mia figlia continua a ripetere: eravamo tranquilli, stavamo tornando a casa, fino a quando siamo stati urtati da una macchina». La vettura di cui parla è presumibilmente la Golf del romeno 26enne residente a Musile di Piave fermato ieri sera per omicidio stradale plurimo e omissione di soccorso.

Il 26enne di origine romena ha confessato di essere il responsabile dello scontro avvenuto sabato sera: «Sono stato io, sono disperato». Nel terribile incidente hanno perso la vita Leonardo Girardi, Eleonora Frasson, Riccardo Laugeni e Giovanni Mattiuzzo, tutti di età compresa tra i 22 e i 23 anni. L’uomo, ora accusato di omicidio stradale plurimo e omissione di soccorso, avrebbe dichiarato al termine dell’interrogatorio, come riporta Il Gazzettino: «avrei preferito morire io».

Tags

Articoli correlati