Cronaca

Il Papiro di Artemidoro è un falso. La truffa però è prescritta

Fu venduto a quasi 3 milioni di euro nel 2004

Il Papiro di Artemidoro, considerato un documento storico di inestimabile valore, è un falso. A stabilirlo gli studi raccolti nell’ambito dell’inchiesta della procura di Torino nei confronti di Serop Simonian. Simonian aveva venduto il reperto nel 2004 alla Fondazione per l’Arte della Compagnia San Paolo per 2 milioni e 750 mila euro.

La truffa però resterà impunita. Il procedimento è stato infatti archiviato per intervenuta prescrizione.
L’indagine della procura di Torino era scattata nell’ottobre 2013 da un esposto del professor Luigi Canfora. Ma da tempo circolavano dubbi sull’autenticità del reperto attribuito al geografo antico Artemidoro di Efeso e fatto risalire alla fine del I secolo a.c.

Tags

Articoli correlati