Cronaca

Gigi bici, accertamenti a casa della Pasini per cercare l’arma

PAVIA, 01 FEB – Erano finalizzati anche a a trovare la possibile arma del delitto di Luigi Criscuolo, 60 anni, conosciuto da tutti a Pavia come Gigi Bici, i nuovi accertamenti condotti oggi dalla polizia nella villa di Calignano, frazione di Cura Carpignano (Pavia), di Barbara Pasetti, la fisioterapista 40enne arrestata nell’ambito dell’indagine con l’accusa di tentata estorsione. Gli agenti della squadra mobile, insieme ai colleghi della scientifica e alle unità cinofile, hanno setacciato l’interno della casa (un ex monastero del Seicento) e il cortile, cercando anche nel pozzo e nei canali di scolo. Le ricerche sono state condotte con l’ausilio di geo radar e metal detector. I poliziotti hanno anche scavato in alcuni punti, dove probabilmente gli strumenti a loro disposizione avevano segnalato la presenza di qualcosa di interessante. Oltre a cercare la pistola di piccolo calibro, l’attenzione si sarebbe concentrata anche sul possibile reperimento del proiettile che ha ucciso Gigi Bici colpendolo alla tempia destra. L’autopsia ha dimostrato che l’omicidio risale alla mattina di lunedì 8 novembre, lo stesso giorno in cui Criscuolo era scomparso per recarsi a un misterioso appuntamento che gli è costato la vita. Dalla Procura e dalla Questura non sono trapelate indiscrezioni sui risultati degli accertamenti odierni, ma il fatto che i poliziotti abbiano lasciato la villa con uno scatolone lascia pensare che le ricerche di oggi abbiano prodotto risultati. Il corpo di Luigi Criscuolo, in avanzato stato di decomposizione, era stato ritrovato nel pomeriggio di lunedì 20 dicembre in un campo di Calignano davanti alla villa della fisioterapista. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati