Cronaca

Firenze, pestato a sangue perché gay, violenza inaudita: il racconto della vittima

La Polizia ha ipotizzato i reati di lesioni dolose aggravate e odio per motivi sessuali

Firenze – Feroce aggressione omofoba nel centro storico di Firenze, in via degli Alfani, dove uno studente iraniano di 26 anni è stato pestato a sangue perché gay. I fatti – raccontati dal “Corriere Fiorentino” – risalgono a qualche settimana fa. Il ragazzo stava camminando a piedi quando si è sentito urlare “frocio di merda“. Il giovane si è girato per vedere chi lo avesse offeso e ha visto due ragazzi che lo guardavano male: la discussione è proseguita tra toni accesi, fino a quando uno dei due aggressori lo ha bloccato per permettere all’altro di picchiarlo.

Una volta caduto a terra, lo studente è stato preso a calci e pugni. La vittima ha raccontato di aver provato a reagire, ma ha come avuto l’impressione che una terza persona lo stesse tenendo dalle mani. Per finire, gli omofobi hanno afferrato il ragazzo dai capelli sbattendo la sua testa contro l’asfalto. Solo a quel punto sono fuggiti. La vittima è poi riuscita ad andare al pronto soccorso, dove hanno diagnosticato una frattura del naso guaribile in dieci giorni. La Polizia ha ipotizzato i reati di lesioni dolose aggravate e odio per motivi sessuali e sta cercando di capire se all’aggressione omofoba ha preso parte anche una terza persona.

Tags

Articoli correlati