Cronaca

Eutanasia, affetto da malattia degenerativa sceglie di morire: critica/appello all’Italia

Remo Cerato, piemontese di 58 anni, lascia il suo ultimo saluto su Facebook

Eutanasia, torna caldo il dibattito sul fine vita dopo il post struggente pubblicato su Facebook da Remo Cerato, un piemontese 58enne affetto da una malattia degenerativa. L’uomo, ex consigliere comunale, spiega i motivi della sua scelta con grande lucidità, affermando di essere diventato un “grosso problema per i miei ragazzi”.

Cerato lancia poi una critica/appello allo Stato italiano in “colpevole ritardo per una legge sul fine vita che, se fosse stata in vigore, mi avrebbe regalato qualche sofferenza in meno”, afferma Cerato. L’uomo si augura che l’Italia “trovi il coraggio di affrontare e sanare una mancanza grave. Morire in ospedale… vuol dire farlo in diversi giorni, morendo di sete e di morfina. E’ quello che chiamano suicidio assistito… cosa molto diversa dall’eutanasia legale. E’ il lavarsene le mani per mancanza di coraggio e lungimiranza politica, è fortemente deludente“. L’uomo termina il suo lungo post con un incoraggiamento alla sua famiglia.

CIAO! Il mio percorso in questa vita si sta per concludere e voglio salutarvi tutti personalmente.Stanotte, con una…

Pubblicato da Remo Cerato su Venerdì 6 settembre 2019

Tags

Articoli correlati