CronacaItalia

Esplosione cascina: “gesto fatto per uccidere”

Secondo gli inquirenti non si tratta di ripicche di vicinato

Chi l’ha fatto, lo ha fatto per uccidere”: così il procuratore di Alessandria Enrico Cieri, che questa mattina ha fatto il punto sulle indagini relative all’esplosione di Quargnento che, nella notte tra lunedì e martedì, ha causato la morte di tre vigili del fuoco. “E’ chiaro che il gesto – aggiunge il magistrato – non si inquadra in ripicche di vicinato, ma è ben più grave”.

Tags

Articoli correlati