Cronaca

E’ morto don Luigi Maquignaz, prete alpinista

AOSTA, 17 AGO – E’ morto ieri sera al priorato di Saint-Pierre don Luigi Maquignaz, 93 anni, prete valdostano e alpinista. Per cinque anni ha accompagnato Giovanni Paolo II sulle montagne della Valle d’Aosta durante le sue vacanze a Les Combes di Introd. Nella sua vita ha raggiunto la cima del Cervino 39 volte, la prima a 16 anni e l’ultima a 69. Sulla ‘Gran Becca’ don Maquignaz ha anche aperto una nuova via: il Picco Muzio scalato in prima assoluta, qualche mese dopo l’ordinazione sacerdotale, con Luigi Carrel, considerato da molti la più grande guida del Cervino. Nel 1961 ha celebrato messa proprio sulla vetta del Cervino: la “più bella cattedrale del mondo”, come l’ha definita Papa Wojtyla. Nato a Valtournenche il 24 febbraio 1929, seminarista nel 1940, l’anno dell’entrata in guerra dell’Italia, è studente del ginnasio al momento della Liberazione. Il 1953 è l’anno della sua ordinazione sacerdotale a Friburgo, allievo del Cardinale Charles Journet. E’ stato vice parroco a Courmayeur, poi della Cattedrale di Aosta, Parroco a Saint-Pierre, prima di essere nominato Rettore del Seminario maggiore, quindi parroco a Aymavilles e a Saint-Martin-de-Corléans, ad Aosta. Professore di religione al Liceo Classico di Aosta per molti anni, ha anche scritto la sua biografia “Ho avuto una vita bellissima”, che mette al centro l’uomo e la fede. Il suo ultimo ministero ufficiale è stato quello di direttore ed economo del Priorato di Saint-Pierre dal 28 ottobre 2006 al 1° settembre 2019, ma ha poi continuato a essere accompagnatore spirituale e confessore per molte persone. Il rosario sarà recitato questa sera alle 20, presso il Priorato di Saint-Pierre. Il funerale sarà celebrato dal vescovo di Aosta, Franco Lovignana, nella chiesa parrocchiale di Valtournenche giovedì 18 agosto alle 10. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati