CronacaPrimo Piano

Doppio sciopero il 24 e 26 luglio, settimana nera per chi deve partire

Caos e disagi in una settimana chiave per le partenze estive. Codacons pronto a denunciare i sindacati per «violenza privata»

Questa sarà una settimana nera per il trasporto: dopo un lunedì nero per la circolazione ferroviaria causato da incendi dolosi tra Firenze e Roma, di sicuro i disagi non mancheranno per chi deve partire per le vacanze. Lo sciopero generale dei trasporti paralizzerà, nella giornata di mercoledì 24, il trasporto pubblico locale, ferrovie, porti e autostrade, e nella giornata di venerdì 26 il trasporto aereo. Tra l’altro, sempre venerdì è in programma però anche uno sciopero di 24 ore di Alitalia.

Lo sciopero nazionale è stato proclamato unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per chiedere al Governo di avviare un confronto a 360 gradi sul settore dei trasporti. Il ministero dei trasporti ha già convocato i sindacati per domani per affrontare le problematiche del trasporto aereo e scongiurare che il 26 si trasformi in un venerdì nero.

Il doppio sciopero in pieno esodo estivo manda intanto su tutte le furie i consumatori, con il Codacons che si dice pronto a denunciare i sindacati per «violenza privata» e chiede ai prefetti e al premier di precettare i lavoratori.

Sciopero di mercoledì 24 luglio

Trasporto pubblico locale – Gli orari variano da città a città. A Milano, Torino e Firenze bus e metro a rischio dalle 18 alle 22, a Roma dalle 12.30 alle 16.30, a Bologna dalle 11 alle 15, a Napoli dalle 9 alle 13.

Autostrade – Nelle autostrade lo stop scatterà nelle ultime 4 ore del turno per il personale addetto agli impianti, alla sala radio e alla viabilità, mentre per un intero turno per il restante personale (tra cui anche gli addetti ai caselli).

Treni – La protesta durerà 8 ore, con treni a rischio dalle 9 alle 17.

Traghetti e Navi – Nel trasporto marittimo lo sciopero, sempre il 24, mette a rischio i traghetti e le navi da carico nell’arco dell’intera giornata, ma saranno garantiti le linee ed i servizi essenziali.

Autonoleggio e Taxi – Fermi anche gli addetti all’autonoleggio, sosta e soccorso stradale (per 4 ore), i taxi (per un’intero turno), il personale Anas, e anche gli addetti ai servizi di trasporto funerario (per l’intera giornata).

Sciopero di venerdì 26 luglio

Aerei – Il trasporto aereo si fermerà per 4 ore dalle 10 alle 14, ad esclusione dei controllori di volo di Enav. Per la giornata è in calendario anche la protesta di 24 ore del personale Alitalia proclamata da Anpac, Anpav, Anp, Usb, Cub-Trasporti e Air Crew Committee.

Tags

Articoli correlati