CronacaMeteorologia

Dopo i rovesci e temporali previsti per sabato, la prossima settimana dobbiamo attenderci nuovo forte maltempo?

Correnti nord-occidentali, trasportando masse d’aria provenienti dal Nord Atlantico, manterranno le temperature intorno alla media

La tregua dal maltempo durerà poco. Sabato, infatti, una nuova perturbazione porterà rovesci e temporali al Nord-Est, sul versante adriatico e nelle zone interne del Centro-Sud. Poi, fortunatamente, la situazione migliorerà rapidamente. La prossima settimana sarà ancora caratterizzata da correnti prevalentemente nord-occidentali che, trasportando masse d’aria provenienti dal Nord Atlantico, contribuiranno a mantenere le temperature intorno alla media, senza eccessi. Le elaborazioni a lungo termine indicano con buona probabilità il ritorno dell’alta pressione e del caldo intenso dopo il 20 luglio, ma naturalmente questa tendenza dovrà essere confermata nei prossimi aggiornamenti. Per quanto riguarda il tempo nel dettaglio, sabato al mattino avremo rovesci e temporali in Triveneto, Emilia Romagna e Marche, nubi in aumento anche nel resto del Centro e in Campania. Nel pomeriggio si accentua l’instabilità con temporali sparsi al Nord-Est, su Lombardia orientale, Emilia Romagna e gran parte del Centro, tranne le coste tirreniche. Primi rovesci anche nel nord della Puglia. Fenomeni anche di forte intensità più probabili tra Marche e Abruzzo. Tra sera e notte i rovesci raggiungono tutta la Puglia e la Basilicata, ma potrebbero insistere anche con forte intensità su Abruzzo e Molise. Graduale miglioramento nelle regioni nord-orientali e in Emilia Romagna. Giornata più soleggiata al Nord-Ovest, nelle isole maggiori e in Calabria. Temperature in calo nelle aree interessate dal peggioramento, ventoso per Maestrale su Sardegna e basso Tirreno, possibili forti raffiche nelle aree temporalesche. Domenica la perturbazione n. 4 di luglio si allontanerà dall’Italia, dove è previsto un miglioramento della situazione. La giornata trascorrerà con tempo in prevalenza buono ma con più nuvolosità al Sud, dove insisterà qualche temporale, specie al mattino, su Puglia e zone interne. Nelle ore pomeridiane non si escludono occasionali rovesci anche nei settori alpini e prealpini. Temperature in calo sul medio-basso Adriatico e in Sardegna, ma in generale nella norma. Soltanto in Sicilia si toccheranno punte di 35 gradi. Nel corso della prossima settimana sull’Italia le correnti rimarranno mediamente nord-occidentali. Di conseguenza, le masse d’aria che transiteranno sulle nostre regioni non saranno particolarmente calde: le temperature resteranno così più o meno nella norma. Da segnalare lunedì condizioni di instabilità all’estremo Nord-Est e tra Calabria e Sicilia, e per mercoledì la possibilità di un peggioramento al Nord da confermare.

 

 

Tags

Articoli correlati