CronacaPrimo Piano

Donna si butta nel Tevere, figlie scomparse. Si indaga per omicidio-suicidio

In corso le ricerche delle figlie gemelle della donna di appena sei mesi

La Procura di Roma ha avviato una indagine per omicidio-suicidio in relazione alle morte di una donna di 38 anni che questa mattina si è uccisa lanciandosi all’altezza di Ponte di Testaccio. Il fascicolo è al momento affidato al pm di turno Mario Palazzi. Sono in corso le ricerche delle due figlie, gemelle di sei mesi, di cui il marito della donna ha denunciato la scomparsa.

A dare l’allarme un passante che ha visto la donna lanciarsi nel fiume al’altezza di Ponte Testaccio. Nessuna traccia al momento delle bambine: in corso ricerche da parte dei vigili del fuoco e della polizia.

“Mi sono svegliato e non c’erano più”. E’ quanto avrebbe raccontato il marito della 38enne, che si è allontanata da casa con le sue figlie di 6 mesi e trovata morta nel Tevere a Roma. Il marito si è presentato stamattina alla polizia per denunciare la scomparsa. Sono ancora in corso le ricerche dei vigili del fuoco nelle acque del fiume e della polizia. Accertamenti soprattutto in zona Testaccio dove la donna abitava ed è stata vista lanciarsi nel fiume. Ricerche anche nei cassonetti

Tags

Articoli correlati

Leggi anche

Close