Cronaca

Danilo Coppola, confermata pena a 7 anni

MILANO, 17 FEB – Danilo Coppola, l’immobiliarista romano tra i protagonisti all’epoca dell’indagine sui ‘furbetti del quartierino’, si è visto confermare la condanna di 7 anni disposta in primo grado anche nel processo di appello per le bancarotte del Gruppo Immobiliare 2004, di Mib Prima e di Porta Vittoria, la società titolare di un progetto di rilancio di un’area residenziale milanese, dichiarate fallite nel 2013, nel luglio 2015 e nell’aprile 2016. A deciderlo è stata la seconda sezione presieduta da Piero Gamacchio.

(ANSA)

Articoli correlati