Cronaca

Csm conferma a maggioranza vertici Cassazione

ROMA, 20 GEN – A maggioranza, in una seduta presieduta dal capo dello Stato, il plenum Csm ha confermato i vertici della Cassazione dopo che il Consiglio di Stato ha annullato la nomina del 2020 del primo presidente Pietro Curzio e della sua vice Margherita Cassano. Diciannove sono stati i voti favorevoli, 3 contrari e tre astensioni. Contro hanno votato il laico della Lega Stefano Cavanna e i togati indipendenti Sebastiano Ardita e Nino Di Matteo, astenuti i tre consiglieri di Unicost. Un dissenso motivato con i tempi troppo stretti della procedura e con le carenze della nuova deliberazione che lascerebbe irrisolti i rilievi dei giudici amministrativi. Esprimendo i propri auguri ai vertici della Cassazione, Mattarella ha invece ringraziato la Commissione Direttivi e il plenum per la “tempestività” delle decisioni che assicurano “la piena operatività dell’esercizio delle funzioni di rilievo per l’ordinamento giudiziario”. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati