Cronaca

Crolla il tetto della piscina comunale, tragedia sfiorata a Trieste

Comandante dei vigili del fuoco: «se ci fossero state persone, sarebbero tutte morte»

Tragedia sfiorata ieri pomeriggio a Trieste dove è crollato il tetto di una piscina comunale situata lungo le Rive cittadine. «Fortunatamente al momento del crollo non c’era nessuno. Se ci fossero state persone, sarebbero tutte morte», ha spiegato il Comandante dei Vigili del Fuoco di Trieste, Mauro Luongo, poco dopo essere intervenuto, con tre squadre, alla piscina comunale ‘Acquamarina‘ dove l’intera copertura, di oltre 500 metri quadrati di struttura in cemento, è improvvisamente crollata. «Un crollo strano», che ha provocato «solo danni materiali» , ha precisato Luongo, per una struttura «relativamente giovane».

Sul posto sono intervenuti il 118, i Vigili del Fuoco, la Polizia, i Carabinieri, Guardia di Finanza, l’assessore comunale, Giorgio Rossi, e il magistrato di turno che aprirà un fascicolo per appurare le cause del disastro che ha portato al crollo dell’intero solaio. La struttura, conclude il Comandante dei Vigili del Fuoco di Trieste, è stata posta sotto sequestro.

Tags

Articoli correlati