Cronaca

Covid: domani altre 470mila dosi vaccino Pfizer. Perché la Lombardia non sta vaccinando?

Solo il 3% dei lombardi sono stati vaccinati. Gallera risponde a La Stampa

E’ previsto per domani, secondo quanto si apprende, l’arrivo in Italia di altre 470mila dosi del vaccino della Pfizer Biontech. Si tratta della seconda tranche delle spedizioni destinate al nostro Paese che in questa prima fase ha diritto a 3,4 milioni di dosi. I farmaci saranno distribuiti direttamente dalla casa farmaceutica nei 294 punti di somministrazione indicati dalle regioni al commissario per l’emergenza Domenico Arcuri.

Da alcuni giorni sono pubblicamente disponibili i dati delle vaccinazioni suddivise per Regioni, ci si può collegare al sito e verificare il numero degli italiani vaccinati e le percentuali di vaccini già utilizzati dalle singole Regioni. Il dato eclatante che balza agli occhi è come, nel momento in cui scriviamo, la Lombardia abbia vaccinato solo il 3% dei cittadini lombardi. Ci sono altre Regioni che stanno vaccinando a buon ritmo come il Lazio con il 48% o la Provincia di Trento con il 54% o il Veneto con il 40%. Ma allora perché la Lombardia è così in ritardo? La spiegazione l’ha rilasciata l’assessore al Welfare della Regione Lombardia al quotidiano La Stampa. A proposito del ritardo nella vaccinazione dei cittadini lombardi, Gallera ha incredibilmente dichiarato: “Abbiamo medici e infermieri che hanno 50 giorni di ferie arretrate. Non li faccio rientrare in servizio per un vaccino nei giorni di festa“. Una spiegazione assurda alla luce del fatto che sarebbe bastato organizzare le ferie del personale sanitario entro la fine di dicembre, oppure sarebbe bastato coordinarsi con le altre Regioni e chiedere consigli su come organizzarsi al meglio. Se l’assessore Gallera avesse chiesto ai suoi colleghi del Veneto e del Lazio probabilmente avrebbe ricevuto le indicazioni su come farsi trovare pronto. Non è la prima volta che la gestione dell’emergenza Covid in Lombardia risulta essere farraginosa e deficitaria rispetto alle altre Regioni italiane, purtroppo crediamo non sarà neanche l’ultima. L’assessore Gallera ci sorprenderà ancora in negativo o il nuovo anno gli avrà consegnato le competenze che tutti auspichiamo?

Articoli correlati