CronacaPrimo Piano

Cosenza, arrestato il sindaco di Maierà. In manette anche il figlio

L'accusa per entrambi è di bancarotta fraudolenta e auto-riciclaggio. Sequestrati beni per 1,5 milioni di euro

Cosenza – Giacomo De Marco, sindaco del comune di Maierà nell’alto Tirreno cosentino, e il figlio Gino sono stati arrestati dai finanzieri della Tenenza di Scalea con l’accusa di bancarotta fraudolenta e auto-riciclaggio. L’inchiesta “Affari di famiglia”, coordinata dalla Procura di Paola, ha condotto anche al sequestro di beni per 1,5 milioni di euro e ha riguardato l’attività di una società riconducibile al sindaco e l’altra al figlio, che hanno ottenuto appalti pubblici per milioni di euro.

Le indagini sul fallimento della società riconducibile al sindaco avrebbe fatto emergere condotte finalizzate a distrarre beni aziendali e a danneggiare i creditori, tra i quali Erario e Fincalabra. La società fallita ha sottoscritto un contratto di affitto di ramo d’azienda con l’altra amministrata dal figlio del sindaco, il cui obiettivo sarebbe stato quello di svuotare la società fallita.

Tags

Articoli correlati