Cronaca

Coltelli, tirapugni e mazze: blitz in alcune sedi dell’estrema destra di Torino

Arrestato il leader gruppo skin Legio Subalpina

Durante un blitz della digos di Torino in alcune sedi dell’estrema destra è stato trovato materiale con simboli fascisti e nazisti, coltelli a scatto, mazze, tirapugni, un machete, manganelli telescopici, pistole giocattolo e fucili per soft air. Il materiale è stato sequestrato nella sede cittadina del gruppo skin Legio Subalpina, inaugurata lo scorso 2 marzo, nelle abitazioni di una decina di militanti di Forza Nuova e del gruppo di estrema destra di Ivrea (Torino) Rebel Firm.

Gli agenti hanno trovato anche materiale riconducibile ai gruppi ultrà della Juventus ‘Drughi Giovinezza’ e ‘Tradizione Antichi Valori’. Gli investigatori hanno riscontrato collegamenti con le formazioni oltranziste di ‘Generazione identitaria’ e il movimento anglosassone ‘Combat18 (I combattenti di Adolf Hitler)’.

E’ stato arrestato, per detenzione e munizionamento di armi da guerra, Fabio Carlo D’Allio, 28 anni, leader di Legio Subalpina. Lavora per una ditta che smista la corrispondenza privata e ha precedenti per rapina, danneggiamento, rissa, porto abusivo d’armi e manifestazione fascista.

Tags

Articoli correlati