Cronaca

Cinque Terre, evasione fiscale tra i Bed & Breakfast

Dichiaravano un numero di posti letto inferiore a quello reale

La Guardia di Finanza della Spezia ha scovato operatori turistici non in regola alle Cinque Terre e nelle riviera spezzina. Avevano dichiarato un numero di posti letto inferiore rispetto alla realtà, nelle loro strutture: un trucchetto che aveva complessivamente permesso di evadere oltre un milione di euro di ricavi non dichiarati tra il 2016 e il 2017, oltre a un’Iva corrispondente per 140 mila euro. Gli operatori coinvolti proponevano le loro stanze o case vacanza su siti internet e social network.

Incrociando dati e segnalazioni, comprese le recensioni di turisti stranieri, che descrivevano camere “con vista da sogno”, i militari nell’operazione ‘Black Lands’ sono arrivati a individuare centinaia di soggetti, di cui 24 già controllati nei primi sei mesi dell’anno. L’80% aveva dichiarato un numero di posti letto o camere inferiore.

Tags

Articoli correlati