CronacaPrimo Piano

CasaPound oscurata da Facebook e Instagram, bloccati profili ufficiali: la motivazione

Il portavoce dei due social spiega perché e il presidente di CasaPound Italia replica

CasaPound oscurata da Facebook e Instagram. I due social network hanno infatti bloccato i profili ufficiali del gruppo di estrema destra, compresi quelli di numerosi responsabili nazionali, locali e provinciali, tra cui quelli degli eletti in alcune città italiane. Tutto invariato invece su Twitter. Un portavoce dei due social afferma all’ANSA che “le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono non trovano posto su Facebook e Instagram”.

“Candidati e partiti politici, così come tutti gli individui e le organizzazioni presenti su Facebook e Instagram – prosegue il portavoce -, devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia. Gli account che abbiamo rimosso oggi violano questa policy e non potranno più essere presenti su Facebook o Instagram“. Il presidente di CasaPound Italia, Gianluca Iannone, replica stizzito: “Si tratta di un attacco senza precedenti. Siamo schifati“. E annuncia una “class action urgente”.

Tags

Articoli correlati