Cronaca

Carabiniere ucciso, bufera per il post di una prof di Novara: «uno di meno»

Le scuse non sono bastate. Scatta il procedimento disciplinare contro l'insegnante

Polemiche per il commento di una prof di Novara che ha scritto su Facebook «uno di meno» in riferimento al carabiniere ucciso a Roma. Elena Frontini, insegnante e autrice del post finito nella bufera si è scusata pubblicamente per il commento ma le scuse non sono bastate. «Uno di meno, e chiaramente con sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza». Questa la frase scritta dalla prof su facebook che ha scatenato pesanti polemiche, costringendo l’Ufficio scolastico piemontese ad avviare un procedimento disciplinare contro la prof.

L’insegnante si scusa: «Ho commesso un errore gravissimo, me ne sono resa conto appena ho cliccato su invia, ma ormai il danno era fatto». A denunciare il post sono stati due parlamentari della Lega, Paolo Tiramani e Cristina Patelli. Immediata la reazione di Matteo Salvini al post: «un commento vergognoso, vomitevole, ancora più grave perché viene da un’insegnante».

Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha subito annunciato che verranno fatte «le verifiche necessarie» perché il fatto è «gravissimo». «Insultare un servitore dello Stato, caduto compiendo il proprio dovere, infierire sulla disperazione dei suoi cari e, allo stesso tempo, offendere l’intera Arma dei carabinieri, non sono azioni compatibile con la condotta di chi è chiamato a educare e istruire i nostri figli. Un comportamento che non avrebbe niente a che vedere con lo spirito, l’abnegazione e la professionalità della nostra classe docente. Il rispetto delle nostre forze dell’ordine è fondamentale».

Tags

Articoli correlati