CronacaPrimo Piano

Capitano Ultimo, auto bruciata davanti alla casa famiglia da lui fondata

Forse un'avvertimento da parte di Cosa Nostra: indagano i Carabinieri

Intorno alla mezzanotte, davanti alla falconeria del Capitano Ultimo e a ridosso della casa famiglia da lui fondata è stata data alle fiamme un’auto.  Il Capitano Ultimo ha arrestato Totò Riina e in seguito ha ricevuto ripetute minacce da parte di Cosa Nostra. Il 3 settembre scorso è stata revocata la sua scorta per “mancanza di segnali di concreto pericolo”.

L’incendio dell’auto davanti alla casa famiglia fondata dal Capitano Ultimo, che attualmente ospita alla periferia di Roma nove minorenni, potrebbe essere stato un avvertimento, ma non è ancora stato accertato. I carabinieri indagano sull’episodio.

Tags

Articoli correlati

Leggi anche

Close