Cronaca

Cane ucciso a bastonate, tutti assolti. La motivazione del giudice fa discutere

Padre e figlio assolti anche in appello per aver ucciso il cane a colpi di bastone

I due uomini, padre e figlio, che uccisero il cane a bastonate a Breno, nel bresciano, sono stati assolti anche in appello. Lo ha deciso il giudice motivando la decisione perché “il fatto non sussiste” e perché i due agirono per “stato di necessità” dopo lʼaggressione da parte dellʼanimale. Padre e figlio, secondo il giudice, avevano agito “per difendersi”: si trattò di “stato di necessità”.

I due uomini uccisero il cane, un meticcio, a colpi di bastone nel 2014 in Valcamonica. Un caso che fece scalpore. I due ritenuti responsabili, un uomo, allora 80enne, e figlio, allora 49enne, entrambi allevatori di Breno (Brescia), furono individuati grazie alle foto scattate da lontano da un escursionista.

Tags

Articoli correlati