CronacaPrimo Piano

Camorra, arrestato il superlatitante Marco Di Lauro

Era un superlatitante di camorra da 14 anni

Marco Di Lauro, 39 anni, era un superlatitante di camorra da 14 anni ed era considerato uno dei 4 più pericolosi. Quando sono arrivati in casa gli uomini delle forze dell’ordine stava consumando un piatto di pasta e dei pistacchi: non ha opposto resistenza all’arresto. A suo carico pende una condanna definitiva a 11 anni e 4 mesi per associazione a delinquere e un’ordinanza di custodia cautelare per traffico di droga.
Era inseguito in Italia e all’estero da polizia, carabinieri e guardia di finanza: non aveva mai commesso un passo falso.
Nel taro pomeriggio di ieri lo hanno bloccato in un modesto appartamento, in una palazzina alla periferia di Napoli a una manciata di chilometri da Secondigliano. Lì, una volta, c’era il quartiere generale del clan che, tra il 2003 e il 2005 è stato protagonista di una faida tra gli uomini fedeli al clan e quelli che volevano mettersi in proprio e per questo definiti gli “scissionisti” o i “girati”.

L’arresto di Di Lauro potrebbe essere legato al femminicidio avvenuto ieri a Milito di Napoli: l’uomo che nel pomeriggio si è costituito per aver ucciso la propria moglie era un ex sorvegliato speciale della camorra, ritenuto in passato vicino a Di Lauro. Quando ieri un giornalista ha chiesto al questore di Napoli Antonio De Iesu se i due episodi fossero collegati, il questore non ha negato, senza tutta via darne conferma: “c’è stata una inusuale fibrillazione sulle attività tecniche. Vi posso dire solo questo”, ha affermato De Iesu.

Tags

Articoli correlati