CronacaPrimo Piano

Bus dirottato, al via il processo a Ousseynou Sy. Legale bambini: “Danni da istituzioni”

Il processo contro l'autista che ha dirottato e incendiato un bus con a bordo una scolaresca inizia oggi

Bus dirottato a Milano, il processo contro l’autista terrorista Ousseynou Sy è iniziato oggi davanti alla Corte d’Assise di Milano. Sy, che avrebbe potuto scegliere il rito abbreviato a porte chiuse, ha deciso di affrontare il processo ordinario: le accuse contro di lui sono strage, sequestro di persona, incendio, resistenza e lesioni personali con l’aggravante della finalità terroristica. In Aula, oltre all’imputato, presenti alcuni genitori e una bambina che il 20 marzo scorso si trovava sul bus del terrore.

L’avvocato che difende le famiglie dei 50 ragazzini coinvolti nell’attentato, Antonino Ennio, dichiara: «Secondo noi sono responsabili anche coloro che hanno messo il mezzo in mano a quest’uomo, chiederemo quindi la citazione come responsabili civili della società Autoguidovie e del Ministero della pubblica istruzione». I ragazzini, le famiglie e tre accompagnatori si sono costituiti parte civile, così come il Comune di Crema e, solo per il reato di incendio, la società proprietaria del mezzo, la Autoguidovie.

Tags

Articoli correlati