CronacaPrimo Piano

Bimbo ucciso a Novara, madre e patrigno si mandavano le foto delle botte date al piccolo

Il bimbo è stato maltrattato per almeno un mese e picchiato a morte

Emergono particolari inquietanti sulla morte del piccolo Leonardo, picchiato fino alla morte a Novara lo scorso 23 maggio. La madre e il patrigno del bimbo si sarebbero scambiati delle fotografie delle botte date al piccolo. Il bimbo sarebbe stato maltrattato per almeno un mese. Lo confermano le foto presenti negli archivi fotografici dei telefoni appartenenti alla madre Gaia Russo e al patrigno  Nicholas Musi. I due sono indagati per omicidio volontario.

Nelle decine di scatti trovati, che documentano normali momenti di vita familiare, si vedono i segni delle percosse subite. Botte evidenti sul volto di Leonardo, un livido in fronte, poi un occhio nero e poi entrambi. La datazione delle fotografie è considerata essenziale per chiarire i ruoli avuti da Russo e Musi.

Tags

Articoli correlati