Cronaca

Berlusconi, fuoriusciti da Fi una delusione, non li capisco

MILANO, 04 AGO – “Non penso nulla, ne ho preso atto con amarezza e una delusione personale. Mi domando solo come si sentono verso i loro elettori. Dopo essersi battuti per tutta la vita contro la sinistra, ricevendo in cambio insulti, calunnie, ironie, ora sono dalla parte dei nostri storici avversari, cioè quelli che sono stati gli autori di quegli stessi insulti verso di me, verso di loro, verso i nostri elettori”. Ospite di Rtl 102.5, Silvio Berlusconi commenta così le recenti uscite da Forza Italia. “E’ una cosa che non capisco, neppure come calcolo di convenienza: se hanno pensato di spostare i nostri voti verso Calenda, dopo l’accordo con la sinistra non ci sono dubbi: quegli eventuali voti serviranno solo a lasciare il governo nelle mani del Pd”, quando invece “noi siamo la sola garanzia di un cambiamento – conclude – serio, profondo, respnsabile”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati