Cronaca

Beppe Sala è il matto dell’anno

«Credo nell'accoglienza, nel multiculturalismo, nella bontà dei milanesi», afferma Beppe Sala

Beppe Sala è stato premiato come matto dell’anno: il riconoscimento arriva dalla fondazione Lighea Onlus, che a Milano si occupa di riabilitazione psichiatrica e di reinserimento sociale di persone con disagio psichico.

la premiazione del “Matto dell’anno”, da parte della Fondazione Lighea Onlus, che si occupa da 35 anni a Milano di riabilitazione psichiatrica e di reinserimento sociale di persone con disagio psichico: parlare con ironia e senza pregiudizi della follia è il primo passo per un cambiamento culturale vero in questo senso. «Nonostante le indicazioni del buonsenso e della prudenza» il sindaco Beppe Sala «crede nel multiculturalismo, nell’utopia, nella bontà dei milanesi e persino degli stranieri», ha osservato la giuria di professionisti ed esperti.

Il sindaco di Milano ha commentato così il riconoscimento:

Che fossi matto mi è stato detto un sacco di volte, ma oggi mi hanno addirittura premiato. La motivazione? Il mio credere nell’accoglienza, nel multiculturalismo, nella bontà dei milanesi, ma anche la mia ostinazione e perseveranza negli obiettivi e nei progetti più difficili, come le Olimpiadi invernali. Ringrazio Fondazione Lighea Onlus per il premio, ma soprattutto per lo splendido lavoro quotidiano rivolto alle persone con disturbi mentali.
Nella vita non si guarisce mai, ma ci si cura sempre e il mio compito è prendermi cura della nostra comunità con passione e visione di lungo periodo

Che fossi matto mi è stato detto un sacco di volte, ma oggi mi hanno addirittura premiato. La motivazione? Il mio…

Pubblicato da Beppe Sala su Martedì 8 ottobre 2019

 

Tags

Articoli correlati