Cronaca

Banca Etruria, quattro condanne per truffa: i dettagli

Nove persone sono state assolte: tra loro anche quattro dirigenti di Banca Etruria

Il tribunale di Arezzo ha emesso la sentenza per il processo sul filone per truffa nell’ambito del crac di Banca Etruria: 9 persone sono state assolte, 4 i condannati a dieci mesi.

Cinque dipendenti della banca e quattro dirigenti imputati sono stati assolti «perché il fatto non sussiste» o «per non aver commesso il fatto». I quattro dirigenti di Etruria assolti nel processo per truffa sono Luca Scassellati, Federico Baiocchi Di Silvestri, Samuele Fedeli e Luigi Fantacchiotti. L’accusa, sostenuta dal pm Iulia Maggiore, era di istigazione alla truffa. I quattro, ora assolti, erano accusati di aver costituito la cabina di regia per spingere i dipendenti della banca a vendere titoli alla clientela senza informarla sui rischi, attraverso un sistema di premi e punizioni. Le obbligazioni furono poi azzerate e i risparmiatori finirono per perdere tutto.

I quattro che sono stati condannati sono dipendenti di Banca Etruria.

Tags

Articoli correlati