CronacaItalia

Bambino segregato in camera, la decisione della procura

Arrestata dai carabinieri, su disposizione della procura di Tempio Pausania (Sassari), una coppia residente in Costa Smeralda che chiudeva il figlio dodicenne in camera per uscire fuori a cena senza di lui.

L’accusa per la coppia è quella di maltrattamenti in famiglia. Il bambino, che è stato trasferito in una comunità protetta, sarebbe stato segregato nella villetta di famiglia, definita una “casa degli orrori”. I carabinieri stanno interrogando anche i vicini di casa per cercare di capire se si sia trattato di un episodio isolato oppure ricorrente.

Tags

Articoli correlati