Cronaca

Strage di bambini per un naufragio, a processo due ufficiali italiani: le accuse

Il processo è fissato per il prossimo 3 dicembre

Il gup di Roma si è espresso oggi sul caso del tragico naufragio dell’ottobre 2013, dove morirono 268 persone tra cui 60 bambini: erano migranti siriani in fuga dalla terribile guerra civile. Due ufficiali sono stati rinviati a giudizio: sono  l’ufficiale responsabile della sala operativa della Guardia Costiera, Leopoldo Manna, e il comandante della sala operativa della Squadra navale della Marina, Luca Licciardi.  Ai due imputati il pm Sergio Colaiocco contesta i reati di rifiuto d’atti d’ufficio e omicidio colposo. Il processo è stato fissato al prossimo 3 dicembre davanti alla seconda sezione penale del Tribunale di Roma.

Tags

Articoli correlati