CronacaPrimo Piano

Aspromonte, coltivavano marijuana e la spacciavano. 20 arresti, anche esponente ‘ndrangheta

L'organizzazione aveva come base San Luca. Arresti anche a Roma e Latina

Aspromonte – Coltivavano marijuana in Aspromonte, Calabria. I Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato 20 persone, tra Reggio, Roma e Latina, accusate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla produzione e al traffico illecito di sostanze stupefacenti, porto abusivo d’armi clandestine e ricettazione. Tra di loro anche un esponente della cosca di ‘ndrangheta ‘Pelle-Vottari’ di San Luca.

L’organizzazione, che aveva base nel territorio di San Luca, produceva la marijuana in maniera strutturata e intensiva avendo realizzato campi irrigati in area preaspromontana, camuffati dalla vegetazione e tenuti sotto stretta vigilanza attraverso sistemi di videoripresa. In un secondo momento la marijuana veniva trasportata e commercializzata in alcune piazze di spaccio romane e pontine.

Tags

Articoli correlati