CronacaEconomiaPrimo PianoScienza

Apple annuncia l’integrativo per 17 store in Italia

L'accordo partirà il 1° luglio 2019 e avrà una durata di quattro anni. Interessati più di 1.600 dipendenti

È stato siglato l’accordo finalizzato a rinnovare il contratto integrativo aziendale relativo ai 17 store Apple italiani. A firmarlo, i sindacati di categoria Fisascat Cisl, Silcams Cgil e Uiltucs. Interessati direttamente dall’accordo, che partirà dal 1° luglio 2019 per una durata di quattro anni, saranno più di 1.600 dipendenti. I sindacati affermano che ne beneficerà la flessibilità contrattata e concordata dell’orario di lavoro – anche per i lavoratori a tempo parziale – e verrà inoltre confermato il meccanismo della banca delle ore introdotto con la precedente intesa. L’accordo migliorerà anche il trattamento economico del lavoro domenicale e della malattia, prevedendo un ulteriore periodo retribuito oltre a quanto previsto dal contratto nazionale del terziario, distribuzione e servizi. Aumenterà poi il valore del buono pasto. In particolare, aumenterà la retribuzione del lavoro domenicale, prevedendo una maggiorazione del 50% dalla diciassettesima domenica lavorata. Verranno riconosciuti buoni pasto di 8 euro. Confermata inoltre la retribuzione del 100% dei primi tre giorni di malattia. Il fatto di rimanere assenti a causa di gravi patologie comporterà una retribuzione per ulteriori 60 giorni, oltre i 240 già previsti dal Contratto Nazionale di lavoro. Finascat e Silcams affermano: “Aver rinnovato il contratto con Apple Italia dimostra che la contrattazione può accompagnare lo sviluppo delle aziende e l’interesse dei lavoratori”.

Tags

Articoli correlati