CronacaPrimo Piano

Antimafia, desecretati atti. L’audio inedito del giudice Borsellino

Borsellino lamenta la carenza di dattilografi ma soprattutto l'impossibilità di avere la scorta di pomeriggio

La Commissione antimafia ha desecretato numerosi documenti, tra i quali un’audizione del 1984 in cui si può udire la voce di Paolo Borsellino che lamenta la mancanza di dattilografi ma soprattutto l’impossibilità di avere la scorta di pomeriggio. “Non capisco che senza abbia – dice Borsellino – essere accompagnato la mattina per poi essere libero di essere ucciso la sera”. Di seguito l’audio inedito di Borsellino, pubblicato dall’ANSA.

Tags

Articoli correlati