Cronaca

Bomba al Tribunale Bitonto, rientrato l’allarme

L'allarme era scattato dopo minacce via mail a indirizzi di posta istituzionali

Il Tribunale di Bitonto è stato evacuato per un allarme bomba questa mattina. L’allarme bomba era scattato dopo l’arrivo di mail con annuncio di una esplosione del palazzo agli indirizzi di posta elettronica istituzionali delle cancellerie dei giudici. “Cristo vi purificherà. La bunker non esisterà più”. È più o meno questo, a quanto riferito da fonti giudiziarie, il contenuto della mail. Il palazzo è stato quindi evacuato per precauzione.

Il tribunale è l’ex sezione distaccata del Tribunale di Bari attualmente sede dell’aula bunker e delle udienze della sezione gip-gup (udienze preliminari e processi con rito abbreviato).

Dopo circa due ore dall’allarme bomba l’emergenza è rientrata e le udienze riprenderanno a breve. Sul posto anche il procuratore di Bari, Giuseppe Volpe. Gli artificieri della Polizia di Stato con unità cinofile e Carabinieri hanno bonificato il Tribunale di Bitonto, all’interno e all’esterno della struttura, non trovando alcun elemento riconducibile a ordigni. Oggi a Bitonto sono in corso processi con numerosi detenuti che, durante l’evacuazione, sono stati riportati nelle camionette della Polizia penitenziaria e scortati all’esterno del Tribunale. La Polizia postale è al lavoro per individuare l’origine della mail e identificare l’autore della minaccia. (ANSA)

Tags

Articoli correlati