Cronaca

Accoglienza ai migranti, offese e insulti al vicesindaco di Avetrana

Ha coordinato le operazioni per l'accoglienza di 73 migranti pakistani

Si è prodigato per l’accoglienza di 73 migranti pakistani sbarcati domenica sulla spiaggia di Torre Colimena: per questo il vicesindaco di Avetrana, Alessandro Scarciglia, ha ricevuto offese e insulti sui social network.
Su richiesta dei carabinieri, che avevano chiesto la disponibilità di locali per fornire una sistemazione temporanea ai profughi, il vicesindaco di Avetrana ha messo a disposizione il campo sportivo. I migranti hanno ricevuto un pasto caldo, bottigliette d’acqua, bicchier, posate, indumenti e scarpe, anche grazie alla disponibilità di un ristoratore, al titolare di un negozio di casalinghi e alla generosità di parte della cittadinanza. L’operazione di accoglienza dei migranti è stata coordinata dallo stesso Scarciglia (politicamente di destra e ultimamente senza tessere di partito) e dal consigliere di minoranza Micelli.
Dopo le offese e gli insulti ricevuti per il suo lavoro, a Scariglia va la solidarietà della Cgil di Taranto, che lo ringrazia «per il lavoro istituzionale impeccabile».

Tags

Articoli correlati