CronacaItalia

Carabiniere ucciso, le risposte di Conte agli “interrogativi che la vicenda suscita”

"Non c'è dubbio che la vittima sia il nostro Carabiniere, il nostro Mario", alcune delle parole del Premier

Il Premier Giuseppe Conte, dopo aver visitato la camera ardente per rendere onore al vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, esprime le sue opinioni con un lungo post su Facebook sull’intera vicenda del Carabiniere ucciso.

“Al sentimento di commozione si accompagnano vari interrogativi che la vicenda suscita nell’opinione pubblica e in ciascuno di noi.” dice il Premier Conte.

Si esprime partendo dalla tanto discussa foto del ragazzo bendato e sulle responsabilità di tale operato: “Quanto alla foto che ritrae uno dei due ragazzi americani bendato e ammanettato e che sin qui è circolata, invito a non confondere le cose. Non c’è nessun dubbio che la vittima di questa tragedia sia il nostro carabiniere, il nostro Mario. Invito tutti a considerare, tuttavia, che bene ha fatto l’Arma a individuare il responsabile di questo improprio trattamento e a disporre il suo immediato trasferimento. Chiariamolo bene: ferme restando le verifiche di competenza della magistratura, riservare quel trattamento a una persona privata della libertà non risponde ai nostri principi e valori giuridici, anzi configura gli estremi di un reato o, forse, di due reati. Parimenti censurabile è il comportamento di chi ha diffuso la foto via social in spregio delle più elementari regole sulla tutela della privacy.”

Tags

Articoli correlati