CronacaItalia

Calderoli condannato per gli insulti razzisti contro Cécile Kyenge

L'esponente della Lega definì "orango" l'ex ministro. Riconosciuta l'aggravante razziale

Roberto Calderoli è stato condannato oggi in primo grado a un anno e sei mesi dal tribunale di Bergamo per aver dato dell’orango all’ex ministro Cécile Kyenge. Il fatto avvenne nel luglio 2013 durante un comizio alla festa della Lega Nord di Treviglio. Il giudice ha riconosciuto anche l’aggravante razziale. La Kyenge non si è costituita parte civile e non sono dunque previsti risarcimenti di natura economica.

Tags

Articoli correlati