CronacaItalia

A Pavia trovato il Covid nelle lacrime di un bambino

E' il primo caso in Italia

Il virus del Covid è stata rilevato nelle lacrime di un bambino. Il Policlinico San Matteo di Pavia annuncia la pubblicazione di uno studio sull”European Journal of Ophthalmology’. L’importante studio è stato condotto da clinici e ricercatori della Fondazione Irccs, relativamente al “primo caso di identificazione di Sars-CoV-2 in un campione oculare preveniente da un bambino”. Si tratta di un bambino di 11 anni ricoverato per indagini mediche. Il bambino era stato a lungo contato con una persona della famiglia affetta da Coronavirus.

Il Direttore sanitario del San Matteo di Pavia, Gianluigi Marseglia, spiega che “A prima visita il paziente era asintomatico, senza tosse, febbre, stanchezza, mal di gola o diarrea, e non era presente alcun segno di infezione del tratto respiratorio. Le analisi del sangue hanno mostrato un leggero aumento dei valori delle transaminasi e l’esame ecografico del polmone indicava una lieve irregolarità pleurica, associata a interstiziopatia di grado lieve”.

Per questo piccolo paziente la malattia ha avuto un decorso benigno, spiegano i medici che lo hanno curato durante la degenza ospedaliera. L’analisi del sangue ha mostrato un lento e progressivo miglioramento già 6 giorni dopo il ricovero, il bambino ha mostrato una completa risoluzione dell’interstiziopatia. Il paziente è stato dimesso dall’ospedale 12 giorni dopo il ricovero, e messo in quarantena fino al raggiungimento di risultati negativi dei tamponi. (Fonte Adn Kronos)

Articoli correlati