ItaliaMeteorologia

A Natale svolta fredda e perturbata: FORTI VENTI, PIOGGE e NEVE

Tra la fine di domani e il giorno di Natale, una nuova perturbazione investirà l'Italia con effetti prima al Nord e in seguito anche al Centro-Sud

A Natale sulle nostre regioni si potrà osservare una vera e proprio svolta meteo: il tempo stabile e il clima mite hanno ormai le ore contate, perché tra la fine della vigilia di Natale e il 25 dicembre una nuova perturbazione a carattere di fronte freddo investirà l’Italia. L’aria di origine artica farà bruscamente crollare le temperature, riportando la neve su Alpi e Appennino. Non solo freddo, ma anche piogge e forti venti. A Santo Stefano – affermano i meteorologi di iconameteo.it -, rischio di forti rovesci o temporali all’estremo Sud e in Sicilia.

Previsioni per le prossime ore

Cielo molto nuvoloso o coperto con locali foschie in pianura al Nord, lungo le coste dell’alto Adriatico, in Liguria e Toscana; nuvolosità variabile, a tratti compatta, anche in Umbria, Lazio e Campania. Deboli piogge inizialmente sul Levante Ligure, in estensione all’alta Toscana e, in serata, alla Lombardia occidentale. Qualche pioggia o pioviggine isolata possibile anche su estremo Nord-Est e in Campania. Tempo più soleggiato nelle aree alpine, nel medio e basso versante adriatico, nella Calabria ionica, in Sicilia e Sardegna. Temperature ancora molto miti per la stagione.

Previsioni per domani, vigilia di Natale

Tempo prevalentemente soleggiato lungo il medio Adriatico, sulla Puglia e sui versanti ionici del Sud. Qualche nube nel sud della Sicilia e tendenza ad aumento della nuvolosità sulla Sardegna. Schiarite nella seconda parte del giorno anche al Nord-Ovest, a iniziare dal Piemonte. Per il resto prevarranno le nubi, associate ad alcune piogge o pioviggini su Levante ligure, nord della Toscana, estremo Nord-Est; al mattino deboli piogge anche sul centro-est della Lombardia e sul Veneto. Sporadiche piogge nel Lazio. La sera qualche nevicata sulle Alpi valdostane; deboli piogge nelle zone interne del Centro.

Temperature: minime per lo più in ulteriore aumento, ancora molto miti per la stagione; massime stazionarie o in lieve rialzo. Venti meridionali, per lo più di Libeccio, in intensificazione nel corso del giorno; dal pomeriggio forte Libeccio sul mar Ligure e sull’alto Tirreno.

Previsioni per Natale

Prevalenza di cielo nuvoloso su tutte le regioni. Probabili deboli precipitazioni sulla Lombardia orientale, sul Levante Ligure, sul nord della Toscana e sul Nord-Est; piogge diffuse sull’Emilia; deboli piogge sparse sul Lazio, sulla Sardegna meridionale e lungo il basso Tirreno. Nel pomeriggio aumenta la probabilità di qualche pioggia anche nelle Marche e sulla Sicilia occidentale. Dalla sera generale peggioramento al Centro-Sud, con piogge in intensificazione soprattutto Campania.

Sulle Alpi orientali deboli nevicate sopra 500-700 metri; sull’Appennino emiliano limite in calo da 1000 metri circa al mattino fino a 400 metri la sera. Temperature: minime in ulteriore lieve rialzo sulle regioni del medio Adriatico, al Sud e sulle isole; nel corso delle giornata temperature in calo al Nord (più sensibile in montagna e sull’Emilia) sulla Sardegna e sulle regioni centrali.

Venti in generale intensificazione su tutte le regioni: forte maestrale sulla Sardegna; forti venti occidentali sul mar Tirreno e sul mar Ionio; forte bora dal pomeriggio sull’Alto Adriatico e forte tramontana sulla Liguria; Foehn localmente intenso nelle valli alpine.

Tags

Articoli correlati