Intrattenimento

The Dark Side of the Moon, 50 anni per il capolavoro Pink Floyd

ROMA, 24 GEN – Uno degli album più iconici e influenti di sempre, The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd celebra il suo 50/o anniversario. Nel Regno Unito uscì il 17 marzo 1973 e il 24 marzo per festeggiare la data uscirà un nuovo cofanetto deluxe. Negli ultimi cinquant’anni il disco è diventato uno degli album più venduti di tutti i tempi, oltre 50 milioni di copie ed è ampiamente considerato come uno dei più influenti della storia della musica. L’album THe Dark Side Of The Moon fu in parte sviluppato nel 1972 durante le esibizioni dal vivo e la band presentò in anteprima una prima versione della suite al Rainbow Theatre di Londra diversi mesi prima dell’inizio della registrazione. È l’ottavo album in studio dei Pink Floyd, originariamente pubblicato negli Stati Uniti il ;;1 marzo e poi nel Regno Unito il 16 marzo 1973. L’iconica cover, che raffigura uno spettro prismatico, è stata disegnata da Storm Thorgerson di Hipgnosis e da George Hardie. Per i 50 anni i Pink Floyd dal sito ufficiale della band hanno annunciato l’uscita di una nuova versione rimasterizzata della versione originale e la ristampa conterrà tra l’altro un CD e un vinile, oltre a Blu-Ray e DVD audio con il mix originale 5.1 e versioni stereo rimasterizzate. Il 24 marzo arriverà anche un libro intitolato Pink Floyd – The Dark Side Of The Moon: 50th Anniversary, curato dalla fotografa Jill Furmanovsky e creato in collaborazione con la band, conterrà foto rare e inedite scattate durante il tour tra il 1972 e il 1975. L’anno scorso i Pink Floyd hanno pubblicato uno speciale singolo di beneficenza chiamato “Hey Hey Rise Up” per raccogliere fondi per enti di beneficenza umanitaria che aiutano le persone colpite dalla guerra russo-ucraina in corso. A dicembre la band ha rivelato di aver raccolto 500.000 sterline per la causa attraverso la canzone. Di quella cifra, secondo quanto riferito, 450.000 sterline provenivano da vendite singole e entrate in streaming, mentre le restanti 50.000 sono state fornite dal frontman David Gilmour e dal batterista Nick Mason. Il denaro sarà distribuito tra cinque enti di beneficenza umanitari: Hospitallers , The Kharkiv And Przemy#347;l Project, Vostok SOS , Kyiv Volunteer e Livyj Bereh. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati